img
Home / Books / Kazuo Ishiguro, Premio Nobel per la Letteratura 2017

Kazuo Ishiguro, Premio Nobel per la Letteratura 2017

/
/
/
198 Views

Lo scrittore inglese di origini giapponesi è vincitore del premio Nobel per la Letteatura 2017.

Kazuo Ishiguro vince Premio Nobel per la Letteratura 2017: Fantasia, storia, poesia, realtà e sogno raccontati tra aplomb inglese e fascino dei romanzi nipponici classici.

Confesso che Non lasciarmi è uno dei libri di Kazuo Ishiguro che più amo. E’ intriso di emozioni forti dalle tinte sempre tenui. Scrittura delicata e allo stesso tempo coinvolgente, senza mai cadere nella banalità. E come potrebbe Kazuo Isgiguro descrivere storie senza tempo, eppure abitanti di ogni spazio, che muovono tra Oriente e Occidente, cadere in stereotipi narrativi?

LEGGI ANCHE: CONTE DI MONTECRISTO A FUMETTI DI CARLO RISPOLI

Tra le righe del suo romanzo, vincitore del Premio Alex nel 2005, da cui è stato tratto un film, le parole disegnano perfettamente la melodia della canzone immaginaria da cui il titolo “Non lasciarmi”.

Azuo Ishiguro

Nasce a Nagasaki l’8 novembre 1954, ma all’età di sei anni si trasferisce a Londra con la famiglia, dove nel 1978 si laurea 1978 in letteratura e filosofia e sposa Lorna MacDougall, assistente sociale di origini scozzese, da cui ha la figlia Naomi.

Nel 2015 pubblica Il gigante sepolto, lasciando a bocca aperta i suoi lettori fedeli. E’ un romanzo mitologico, in cui abitano giganti e draghi che combattono fino alla morte, in una battaglia all’ultimo sangue  in “una miscela promiscua di influenze e periodi” (“The Buried Giant review – Kazuo Ishiguro ventures into Tolkien territory” di Tom Holland, The Guardian).

Tra i titoli più amati dai lettori compare Quel che resta del giorno. La storia di un maggiordomo maggiordomo inglese Stevens, che ha dedicato 30 anni della sua vita a Lord Darlington, nell’Inghilterra post-bellica. La sua totale devozione a Lord Darlington è costata a Stevens molto cara: con l’organizzazione continua di banchetti e ricevimenti, l’uomo ha trascurato il padre morente e negato i propri sentimenti. Anche da questo racconto è stato tratto il film omonimo con Anthony Hopkins e Emma Thompson, candidato a 8 premi Oscar.

Opere di Kazuo Ishiguro

  • Un pallido orizzonte di colline (A Pale View of Hills, 1982)Un artista del mondo fluttuante (An Artist of the Floating World, 1986)
    Quel che resta del giorno (The Remains of the Day, 1989), vincitore del Booker Prize
    Gli inconsolabili (The Unconsolable, 1995)
    Quando eravamo orfani (When We Were Orphans, 2000)
    La musica più triste del mondo (The Saddest Music in the World, 2003, Sceneggiatura)
    Non lasciarmi (Never Let Me Go, 2005) vincitore del Premio Alex nel 2005
    La contessa Bianca (The White Countess, 2005, Sceneggiatura)
    Notturni. Cinque storie di musica e crepuscolo (Nocturnes. Five Stories of Music and Nightfall, 2009)
    Il gigante sepolto (The Buried Giant, 2015)

Restiamo in contatto

Se ti iscrivi alla newsletter, promettiamo di non diturbarti spesso. Vogliamo solo cambiare un minuto della tua giornata con qualche pillola di novità!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text